Accumulo bitcoin e no, non ne do a nessuno!

Daniel Krawisz

12 febbraio 2014


Uncle Scrooge

Eh, questi fastidiosi risparmiatori! Si capisce a chi mi sto riferendo: quelli che non usano i loro bitcoin perché pensano che varranno molto di più in futuro. Ma come facciamo a convincere le aziende ad accettare bitcoin se nessuno li vorrà spendere? Dobbiamo far sentire in colpa coloro che li accumulano per far si che possano supportare i negozianti! Questo articolo spiega perché questo modo di ragionare è sbagliato.

Se vendi Bitcoin, non devi “vendere i bitcoin”!

Sono sicuro che avrai già sentito una storia simile: “Sto parlando a tutti i negozianti locali di bitcoin e di quanto sia affascinante! Me nessuno di loro vuole essere pagato in bitcoin! Perché a loro non piace?”

Pensiamoci per un minuto. Stai essenzialmente dicendo al negoziante: “Hey, guarda questa cosa bellissima di cui mi voglio liberare! Dovresti darmi in cambio qualcosa!”. Non sembra un granché come presupposto. Perché il commerciante dovrebbe desiderare qualcosa che tu, apparentemente, non vuoi? Se vorresti veramente far si che inizi ad accettare bitcoin spontaneamente, chiedigli: “Veramente accetti questi soldi di carta senza valore? Bene, perché non avrai neanche un satoshi da me!”. Questo fargli pensare che per te i bitcoin hanno valore.

Oppure potresti dire ai tuoi negozianti locali che vorresti poter spendere contanti nei loro negozi e ottenere il resto in bitcoin, e che per te quello sarebbe il negozio ideale dove vorresti fare acquisti. Quando il negoziante in futuro dirà: “Non lo farò più, vorrei che tu mi pagassi in bitcoin!”, saprai che sarà diventato un vero risparmiatore.

Sono i risparmiatori che danno il valore ai bitcoin

Gold Bars

Il prezzo dei bitcoin dipende dalla gente che li tiene, non da quella che li spende. Ogni passo in avanti nella crescita di bitcoin avverrà attraverso altri risparmiatori e non dagli spendaccioni. Le aziende che possono essere coinvolte sono limitate dal valore dell’intera economia. Con un tetto massimo di due o tre miliardi di euro, bitcoin può essere usato da molte piccole imprese ma non per il commercio internazionale di petrolio: sarebbe necessario che sia decine di volte più costoso per questo, e può accadere soltanto se il desiderio delle persone di accumulare bitcoin aumenta rispetto al desiderio di spenderli. Chi desidera che bitcoin diventi popolare non dovrebbe mai volere che il suo prezzo scenda: dovrebbe desiderare che sempre più persone cerchino di conservarli.

A volte il prezzo di un bitcoin cresce più velocemente del suo vero potenziale, ma questo è solo un effetto collaterale del suo successo fenomenale. Un bene il cui prezzo aumenta velocemente quanto i bitcoin è vittima di scossoni e manie durante la sua crescita perché diventa difficile distinguere il vero incremento di valore dalla speculazione a breve termine. Avrebbe davvero senso preferire una strada alternativa per i bitcoin, nella quale il prezzo sarebbe aumentato in modo sufficientemente lento da non sviluppare alcuna mania? Non vedo come possa essere desiderabile. Più velocemente cresce bitcoin, più le sue conquiste saranno complete e decisive, e più sarà difficile per i suoi nemici reagire.

Chi ha bisogno dei commercianti dunque?

Uno degli aspetti più intriganti di Bitcoin consiste nel fatto che è talmente semplice effettuare pagamenti che diventa allettante utilizzarlo pur di evitare la scocciatura di usare i contanti. Uno dei modi per gestire questo problema è quello di abituarsi a chiedere degli sconti sui prezzi quando viene effettuato un pagamento in bitcoin. Ciò ha perfettamente senso perché il negozio non solo riduce i costi di gestione usandoli al posto del contante: otterrebbe anche un bene intrinsecamente superiore.

I risparmiatori sono più importanti dei commercianti. Se un ristorante al centro cominciasse ad accettare pagamenti in bitcoin, non sarebbe sufficiente come incentivo per comprare più bitcoin. Perché qualcuno dovrebbe preoccuparsi di comprarli quando potrebbe usare più comodamente la carta di credito? Se riesci a convincere un commerciante ad accettare esclusivamente bitcoin e non più i contanti, mi stupirei.

A meno che un commerciante non offrisse qualcosa che non si può comprare con gli euro, od almeno offrisse uno sconto, aiuterebbe Bitcoin per il solo fatto di incoraggiarne il risparmio. Se convertisse immediatamente in euro i bitcoin ricevuti dai pagamenti, e se i suoi clienti li ricomprassero per spenderli al suo negozio subito dopo, entrambi non avrebbero alcun effetto sulla richiesta di bitcoin. Il vero eroe è il risparmiatore dietro le quinte che compra i bitcoin dal commerciante e lo mette nelle condizioni di convertire i propri pagamenti in euro.

L’avidità è tua amica

Dragon

I bitcoin non possono essere spesi se non vengono prima comprati, per cui l’utilizzo di bitcoin come mezzo di scambio dipende da coloro che desiderano aumentare i propri averi, ad esempio i risparmiatori. Senza di loro non potrebbe esserci alcun commercio in bitcoin. Inoltre è controproducente provare a convertire i risparmiatori in spendaccioni. Non c’è alcun motivo per cui qualcuno dovrebbe spendere i propri bitcoin nel breve periodo. Se tutti provassero ad accumularli, il prezzo salirebbe fino al punto da invogliare qualcun altro a venderli.

A differenza di un titolo (per esempio delle azioni), di solito le valute aumentano la loro utilità in proporzione al loro valore totale di mercato: un’azione infatti ha più valore se costa poco rispetto ai beni dell’azienda su cui è basata. Al contrario, una valuta che ha una maggior richiesta, e quindi un maggior valore totale di mercato, è sicuramente migliore. Una valuta più costosa è anche più facile da vendere, rendendola un miglior mezzo di scambio. Più si conserveranno i bitcoin, più diventeranno validi come mezzo di scambio.

Il successo di Bitcoin risulta, in un certo senso, una profezia che si auto-avvera. Credere in bicoin migliora la rete finché le persone sosterranno la loro fiducia comprandone e mettendone da parte sempre di più. Più la gente sarà avida di bitcoin, maggiori saranno le possibilità di successo. Non bisognerebbe mai incoraggiare le persone a spendere di più, bisognerebbe fare in modo che siano tutti il più avidi possibile!

Benvenuti, risparmiatori

Dai sfogo al risparmiatore che c’è in te, ma non rinunciare alle tue necessità. Liberalo e negozia con lui. Immagina come sarebbe se potesse sedersi sul tuo mucchietto di bitcoin. Non sembra estremamente felice? Lascialo rotolare tra i tuoi bitcoin. Non sembra così carino mentre studia la sua copia di “la rivolta di Atlante”? Osserva com’è contento di nasconderlo in cantina. Ora lascia la sua avarizia scorrere su di te. Lasciala penetrare nella tua pelle. Lascia crescere le tue unghie come artigli! Serra bene i denti e lascia che il tuo viso assuma un’espressione bramosa. Voglio sentirvi sorridere!

Non è stato meraviglioso? L’economia di bitcoin alla fine ti ringrazierà!

Aggiungo una clausola: può essere molto utile regalare una piccola quantità di bitcoin a qualcuno solo per abituarli all'uso. Ma la vera conseguenza è che questo aiuta a diffondere un po' di voglia di accumularli.


Translation by Il portico dipinto

Read in English, Russian, and Spanish

comments powered by Disqus